Il contratto plurilaterale con il quale, in materia di comunione ereditaria, si determina lo scioglimento uniltaterale della quota di uno dei coeredi non configura accordo di divisione e  non necessita, pertanto, della partecipazione di tutti i contitolari.

              La questione principale affrontata da Cass. 9-10-2013, n. 22977, verte sulla validità o meno di un accordo di scioglimento unilaterale, vale a dire nei confronti di un singolo erede, della comunione ereditaria concluso, tuttavia, senza la partecipazione di tutti gli altri coeredi. Com’è noto lo stato di comunione …

Il contratto plurilaterale con il quale, in materia di comunione ereditaria, si determina lo scioglimento uniltaterale della quota di uno dei coeredi non configura accordo di divisione e  non necessita, pertanto, della partecipazione di tutti i contitolari. Leggi tutto »