Avvocato ESECUZIONI E PIGNORAMENTI roma

Sospensione degli sfratti e dei pignoramenti immobiliari sulle abitazioni principali

La normativa emergenziale legata al Corona Virus continua ad incidere profondamente sui procedimenti civili di tutti i generi, e quindi anche sulle esecuzioni immobiliari e sulle procedure di sfratto. Se cerchi un avvocato o uno studio legale a Roma in materia di esecuzioni immobiliari o locazioni e sfratti leggi qui.

La sospensione delle esecuzioni immobiliari sulle prime case nel 2021

Dal 30/4/2020 al 30/10/2020 sono sospese le procedure esecutive aventi a oggetto l’abitazione principale del debitore: in questo senso l’art.54-ter del d.l. 18/2020 introdotto dalla legge di conversione 24/4/2020 n. 27.

La legge parla di abitazione principale così slegandosi dal dato relativo la residenza e così anche escludendo che se l’esecutato è titolare di altra abitazione sia escluso dalla facoltà.

Resta da comprendere se sarà necessario depositare istanza al giudice dell’esecuzione per segnalare che l’immobile è “abitazione principale” o i Tribunali prevederanno automatismi di qualche tipo.

E’ una sospensione che quindi non riguarda locali commerciali o case in affitto ad altri.

Come ottenere la sospensione dell’esecuzione immobiliare nel 2021

Per ottenere la sospensione dell’esecuzione immobiliare sulla prima casa nel 2021 occorre presentare un’istanza al Tribunale.

E difatti spesso i debitori non si costituiscono nelle procedure esecutive, con la conseguenza che nessuno tratta quella pratica come una esecuzione sull’abitazione principale.

A Roma la sospensione da parte del Tribunale ha operato in automatico, non è invece stato così per altri Tribunali.

Dove il Tribunale non abbia disposto la sospensione del pignoramento, sarà opportuno rivolgersi ad un avvocato che si occupi di esecuzioni immobiliari e real estate.

La sospensione dell’esecuzione degli sfratti

Altri due mesi di sospensione degli sfratti. Nella legge di conversione del Dl 18/2020 “Cura Italia” è stato cambiato l’articolo 103, comma 6, che già prevedeva la sospensione dell’esecuzione “dei provvedimenti di rilascio degli immobili, anche ad uso non abitativo” sino al 30/6/2020.

Per effetto delle norme emergenziali ad oggi siamo arrivati ad una sospensione dell’esecuzione degli sfratti di circa 6 mesi.

La norma riguarda gli sfratti già avviati, con la conseguenza che sarebbe possibile notificare un atto di citazione per la convalida di sfratto nelle more, tanto per i locali commerciali che per i locali ad uso abitativo, anche se il Tribunale di Roma ad oggi non sta trattando queste cause.

La proroga dei termini al 2021

Il termine della sospensione originariamente con scadenza prevista a fine ottobre 2020, è stato poi esteso “fino al 31 dicembre 2020” dal DL 2020, n. 137 e poi ancora fino a luglio 2021.

Se invece cerchi di conoscere le prassi del tribunale di Roma sugli sfratti, leggi qui.

Se cerchi un avvocato a Roma che si occupi di sfratti, esecuzioni per consegna o rilascio o pignoramenti immobiliari, leggi qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Apri chat whatsapp
Apri una chat whatsapp
Apri una chat whatsapp