mappa edilizia convenzionata roma

Roma Capitale non risponde alla domanda di affrancazione? Ricorri al TAR

Roma Capitale non risponde alla domanda di affrancazione? Ricorri al TAR

Se sei proprietario di un immobile di edilizia convenzionata e hai presentato domanda di affrancazione dal vincolo di prezzo massimo di cessione al IX Dipartimento di Roma Capitale, probabilmente stai aspettando da oltre due anni che Roma Capitale lavori la tua pratica, ti fornisca i conteggi per pagare l’affrancazione e poi ti convochi dal Notaio per stipulare l’atto.

L’attesa può finire in pochi mesi se presenti ricorso al TAR del Lazio contro il silenzio inadempimento dell’amministrazione.

Infatti Roma Capitale, ai sensi della Delibera 40/2016 ha espressamente previsto che il procedimento di affrancazione debba durare al massimo 180 giorni.

Decorsi 180 giorni, si è formato il cosiddetto “silenzio inadempimento” che permette di rivolgersi al Giudice per ottenere la nomina di un Commissario ad Acta che provvederà a sostituirsi a Roma Capitale nella formulazione dei conteggi per l’affrancazione e nello svolgimento delle attività successive, che si dovranno concludere entro 60 giorni.

Sono già numerose le sentenze del TAR del Lazio che affermano questo principio.

Per tutto quanto detto, se vuoi finalmente sbloccare la tua pratica di affrancazione, contattaci per una consulenza senza impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *