ritardo consegna auto

Ritardo nella consegna dell’auto? Cosa fare

Molti si domandano cosa fare in caso di ritardo nella consegna della propria auto nuova, ordinata nel 2021 o nel 2021.

Ebbene come saprai i ritardi nella consegna delle auto riguardano molti marchi, in particolare alcune case automobilistiche tedesche come Audi, Volkswagen, BMW e Mercedes.

I ritardi nella consegna di questi autoveicoli derivano dalla mancanza di componenti e materie prime, in parte a causa di difficoltà di approvigionamento, in parte per mancanza di pezzi ed in altra parte per via delle chiusure delle fabbriche in Asia, dove la pandemia comporta ancora dei lockdown localizzati.

Quanta attesa per la consegna dell’auto?

Il consumatore che ha acquistato un’auto nuova deve pretendere che l’ordine indichi il termine per la consegna del veicolo.

Il termine per la consegna dell’auto di solito viene fissato in 2-4-6-9 mesi, a seconda della marca, del modello e degli accessori richiesti.

Una volta scaduto il termine previsto nel contratto, il consumatore ha diritto di liberarsi dal vincolo ed ottenere la restituzione della somma versata.

Quali diritti del consumatore in caso di ritardo nella consegna dell’auto?

In caso di ritardo eccessivo nella consegna della nuova auto, sarà possibile avvalersi dei rimedi previsti nell’ordine ovvero nel contratto di acquisto del veicolo.

Il ritardo è motivo di risoluzione del contratto per grave inadempimento del venditore, e dall’inadempimento discende l’obbligo di restituire l’importo versato oltre che l’obbligo di risarcire il danno provocato all’acquirente, ad esempio per via della necessità di noleggiare un altro veicolo.

A volte l’importo versato in acconto è definito dal contratto stesso quale caparra: in questi casi il concessionario ritardatario dovrà restituire il doppio dell’importo versato dal cliente.

In caso di finanziamento, in taluni casi è possibile rivalersi sulla finanziaria, come spieghiamo qui.

Cosa fare in caso di ritardo nella consegna dell’auto

In caso di ritardo nella consegna dell’auto occorre verificare il proprio contratto per individuare con precisione la data ultima per la consegna.

Decorsa la data ultima per la consegna è possibile avvalersi dei rimedi:

  • Previsti dalla legge;
  • Previsti dal contratto.

Per procedere allo scioglimento del contratto, alla richiesta del doppio della caparra, o al risarcimento del danno, occorre inviare al concessionario una lettera di diffida e messa in mora, se possibile con l’aiuto di un avvocato che si occupi di diritto civile.

In caso di mancato bonario componimento della lite con il concessionario, sarà possibile rivolgersi poi al Giudice di Pace o al Tribunale per ottenere una condanna del concessionario al risarcimento dell’importo dovuto.

Se invece hai un altro problema di diritto civile e cerchi un avvocato o uno studio legale a Roma o Milano, contattaci per una prima consulenza senza impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Apri chat whatsapp
Apri una chat whatsapp
Apri una chat whatsapp