avvocato per causa responsabilità professionale roma

Responsabilità civile dell’avvocato in caso di mancata impugnazione

Responsabilità civile dell’avvocato in caso di mancata impugnazione: cosa succede se l’avvocato non impugna in tempo una sentenza e così facendo provoca un danno al proprio cliente?
Tra i doveri dell’avvocato vi è quello di informare tempestivamente il cliente della pubblicazione di una sentenza, con l’informativa sul termine nel quale il provvedimento può essere impugnato.
In caso di mancata impugnazione i provvedimenti giudiziari difatti divengono definitivi e non più contestabili, con buona pace delle parti.

Se l’avvocato non ha impugnato per tempo la sentenza deve sempre risarcire il suo cliente?

No, la mancata informazione – o l’informazione tardiva – non basta.
Sia che l’avvocato abbia sbagliato i termini, sia che non abbia informato il cliente, per il risarcimento serve qualcosa in più, ovvero la prova – da parte del cliente – che l’impugnazione gli avrebbe dato una possibilità di ottenere un risultato migliore nell’impugnazione da proporre.
Con la sentenza Cass. civ. Sez. II, 27/05/2009, n. 12354 si affronta il tema della responsabilità civile dell’avvocato per i danni cagionati ai clienti nello svolgimento dell’attività professionale e dei relativi presupposti per farsi luogo a risarcimento:
“In tema di responsabilità civile del professionista, il cliente è tenuto a provare non solo di aver sofferto un danno, ma anche che questo è stato causato dall’insufficiente o inadeguata attività del professionista; pertanto – poiché l’art. 1223 cod. civ. postula la dimostrazione dell’esistenza concreta di una danno, consistente in una diminuzione patrimoniale – la responsabilità dell’avvocato per la mancata comunicazione al cliente dell’avvenuto deposito di una pronuncia sfavorevole – con conseguente preclusione della possibilità di proporre impugnazione – può essere affermata solo se il cliente dimostri che l’impugnazione, ove proposta, avrebbe avuto concrete possibilità di essere accolta“.
Ed inoltre: “In tema di responsabilità professionale, in caso di mancata impugnazione di sentenza da parte dell’avvocato, il cliente è tenuto a provare i riflessi pregiudizievoli subiti, dimostrando che l’esperimento dell’azione giudiziaria omessa avrebbe consentito, con buona probabilità, la riforma della pronuncia o comunque un esito a lui più favorevole della controversia“.
Se hai un problema di responsabilità professionale, ovvero un professionista ti ha provocato un danno per via di una mancanza di diligenza nell’esercizio della sua attività, allora leggi la nostra guida alla responsabilità professionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Apri chat whatsapp
Apri una chat whatsapp
Apri una chat whatsapp