accesso documentazione bancaria

Il diritto di ricevere copia della documentazione bancaria

Come ottenere copia della documentazione sottoscritta in banca ? Hai chiesto al tuo Istituto di credito di ricevere copia della documentazione relativa al rapporto tra te e la Banca e ti è stato negato?

Se anche tu hai necessità di ottenere copia dei contratti sottoscritti con la banca devi sapere che si tratta di un tuo diritto garantito dall’art. 119 comma 4 del Testo Unico Bancario al quale la Banca è sempre tenuta ad adempiere.

La norma sopra menzionata così dispone: “Il cliente, colui che gli succede a qualunque titolo e colui che subentra nell’amministrazione dei suoi beni hanno diritto di ottenere, a proprie spese, entro un congruo termine e comunque non oltre novanta giorni, copia della documentazione inerente a singole operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni. Al cliente possono essere addebitati solo i costi di produzione di tale documentazione”.

Si può accedere ai contratti firmati (come mutui, finanziamenti, aperture di credito, contratti di prestazione di servizi d’investimento), oppure alle fideiussioni, agli estratti conto, alle comunicazioni anche di modifica delle condizioni contrattuali.

Orbene, numerose sono state le pronunce dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) a seguito dei ricorsi presentati da parte de risparmiatori che si sono visti negare il proprio diritto di ottenere la copia della documentazione richiesta o che hanno dovuto corrispondere all’Istituto di credito somme allo stesso non dovute per i suddetti documenti.

Ebbene, l’ABF ha fugato ogni dubbio ribadendo in primis il diritto del consumatore a ricevere la documentazione richiesta entro un congruo termine o comunque non oltre 90 giorni dalla richiesta.

Inoltre, il diritto concerne i contratti intercorsi tra il cliente e la Banca nell’ultimo decennio e infine il richiedente è tenuto a corrispondere all’Istituto unicamente i costi sostenuti dallo stesso per la produzione dei documenti richiesti.

Relativamente ai soggetti legittimati a presentare la richiesta, ai sensi dell’art. 119 comma 4, questi sono: il cliente, l’erede e/o colui che subentra nell’amministrazione dei beni di questi, come ad esempio l’amministratore di sostegno.

Tanto chiarito si da altresì conto di una sentenza dell’Arbitro concernente la tutela della privacy connessa con il diritto di ricevere copia della documentazione bancaria ex art. 119 comma 4. E precisamente la decisione così dispone: “Preliminarmente questo Arbitro evidenzia che la società ricorrente invoca l’applicazione dell’art. 7 del D.Lgs 196/2003 (Codice della Privacy). Orbene, occorre innanzitutto precisare che l’ABF ha confermato più volte l’orientamento in base al quale, con riguardo al diritto del correntista di ottenere copia della documentazione relativa al rapporto di conto corrente, si applica l’art. 119, comma 4, TUB e non la normativa sulla privacy; quest’ultima, infatti, si riferisce esclusivamente al diritto della persona fisica di conoscere gratuitamente se e quali dati personali che la riguardano siano stati oggetto di trattamento”.

Dunque, se hai necessità di ottenere copia dei contratti sottoscritti con la banca adesso sai come farlo, mentre, se stai cercando uno studio legale che si occupi di diritto bancario contattaci per valutare la proposizione di un reclamo e del successivo ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario, o dell’eventuale mediazione e causa ove necessario.

Se invece hai un qualsiasi altro problema di diritto bancario o finanziario e cerchi un avvocato esperto in materia, leggi la nostra guida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Apri chat whatsapp
Apri una chat whatsapp
Apri una chat whatsapp