avvocato diritto bancario roma

L’estinzione anticipata del finanziamento e della cessione del quinto

L’estinzione anticipata del finanziamento e della cessione del quinto: quando ti serve un avvocato che si occupi di diritto bancario a Roma o a Milano?

Hai chiesto l’estinzione anticipata di un mutuo, un finanziamento o di una cessione del quinto?

Se anche tu hai chiesto l’estinzione di un finanziamento personale o di una cessione del quinto, ricorda che hai diritto ad una riduzione degli interessi e dei costi sostenuti per il finanziamento.

Questo perchè al momento dell’estinzione anticipata (o al momento del rinnovo del finanziamento per un importo maggiore) le banche e le finanziarie conteggiano interessi e commissioni in un modo scorretto.

Ma quali somme devono essere rimborsate?

I nostri giudici e l’Arbitro Bancario Finanziario erano giunti a dire che con l’estinzione anticipata il consumatore doveva ricevere il rimborso delle commissioni e delle spese cosiddette “recurring”, cioè di quelle che maturavano di volta in volta nel corso del rapporto, mentre non dovevano essere rimborsate le spese “upfront” ovvero quelle dovute per iniziare il rapporto (il tutto come già spiegato nel nostro precedente post).

Tutto è destinato oggi a cambiare a seguito della sentenza Lexitor della Corte di Giustizia dell’Unione Europea n. 383/2018 dell’11/9/19, secondo la quale devono essere rimborsate tutte le spese (anche quelle upfront) secondo la proporzione tra durata prevista e durata effettiva del finanziamento.

E quindi ad esempio, per un piano di ammortamento di 10 anni: se estinguo il quinto anno dovrò avere il rimborso della metà delle spese upfront e non pagare alcuna spesa recurring per il periodo dal quinto al decimo anno.

La portata della sentenza Lexitor della Corte di Giustizia dell’UE è gigantesca per due motivi:

  1. la sentenza della Corte di Giustizia è vincolante per i Giudici Italiani;
  2. la sentenza della Corte di Giustizia ha un’efficacia retroattiva, in quanto di interpretazione della normativa esistente, con la conseguenza che si applica a tutti i finanziamenti in essere ed a quelli già estinti.

In questo senso da ultimo si è pronunciato il Tribunale di Torino, accogliendo il ricorso proposto in via inibitoria dall’Associazione dei Consumatori Movimento Consumatori. Con questo provvedimento la SANTANDER CONSUMER BANK S.P.A. è stata condannata ad informare tutti i suoi clienti, dal 2010 in poi, della possibilità di domandare il rimborso degli oneri che non sono stati corrisposti al momento dell’estinzione anticipata.

Se vuoi ottenere il risarcimento del danno subito da Santander per la tua cessione del quinto, questa è la strada.

Qualora anche tu abbia estinto o rifinanziato un mutuo, un finanziamento o una cessione del quinto, contattaci per una consulenza senza impegno sulle modalità per ottenere il rimborso di quanto dovuto.

Nel caso invece tu abbia un altro problema di diritto bancario leggi la nostra guida al link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Apri chat whatsapp
Apri una chat whatsapp
Apri una chat whatsapp