AVVOCATO CAUSA CONTRIBUTO CONAI ROMA

Le liti tra imprese e CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi

Sei un imprenditore e hai una controversia o una causa con il CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi per il pagamento del contributo: quando potresti avere bisogno di un avvocato civilista o uno studio legale a Roma o Milano.

Che cos’è il consorzio Conai?

Il Consorzio Nazionale Imballaggi è un consorzio privato ma istituito per legge ed in particolare sulla base del Decreto Ronchi del 1997 (d.lgs. 22/97).

E’ un organismo che opera senza fini di lucro ed a cui sono tenute ad aderire circa 1 milione di imprese italiane che importano o utilizzano “imballaggi”.

Conai coordina i sei Consorzi dei materiali: acciaio (Ricrea), alluminio (Cial), carta/cartone (Comieco), legno (Rilegno), plastica (Corepla) e vetro (Coreve).

Avendo un ruolo nella raccolta differenziata di questi prodotti, si deve coordinare sulla base di specifici accordi con i Comuni che sono incaricati della raccolta.

Che cos’è il contributo Conai e perchè è dovuto?

Il Contributo Ambientale CONAI è la somma riscossa presso produttori e utilizzatori per il costo dei maggiori oneri della raccolta differenziata, per il riciclaggio e per il recupero dei rifiuti di imballaggi.

Questi cosi ai sensi del D.lgs. 152/06, sono ripartiti “in proporzione alla quantità totale, al peso e alla tipologia del materiale di imballaggio immessi sul mercato nazionale”.

E’ un importo dovuto per legge, e quindi risulta percepito da chi lo deve pagare al pari di una tassa o di una imposta.

Quando potresti avere bisogno di un avvocato che si occupi di contributo Conai?

I principali motivi di lite in materia di contributo Conai che potrebbero giustificare che tu ti rivolga ad un avvocato sono i seguenti.

In quanto tempo si prescrive il contributo Conai?

La prescrizione del contributo Conai è un tema attualissimo.

Secondo CONAI il termine di prescrizione sarebbe decennale, ma tale tesi non convince chi scrive e anche parte della giurisprudenza.

Secondo la Cassazione con una sentenza del 2015: “considerato che i contributo consortili devono essere pagati ogni anno o in termini più brevi, non vi è dubbio in base all’applicazione dei principi sopra esposti che essi siano soggetti al termine di prescrizione quinquennale“.

Appare dunque ragionevole sostenere che la prescrizione del contributo Conai sia di 5 anni e non 10, con la conseguenza che nell’eventuale causa per il mancato pagamento dei contributi l’imprenditore ha diritti di contestare le somme eventuale dovute 5 anni e un giorno fa.

L’occultamento doloso dell’esistenza del debito con Conai

A volte l’impresa potrebbe non avere presentato le dichiarazioni Conai, o non aver versato le somme dichiarate.

Si potrebbe parlare di “evasione del contributo conai”, ma il contributo conai non è una tassa, e quindi è più giusto parlare di inadempimento.

Se con la dichiarazione Conai vi sarebbe un riconoscimento del debito e quindi la prescrizione diventerebbe decennale, così non è per l’omessa dichiarazione.

L’omessa dichiarazione infatti non equivale secondo la giurisprudenza all’occultamento doloso dell’esistenza del debito.

Se così fosse, allora l’omessa dichiarazione non comporterebbe la sospensione del termine di prescrizione che resterebbe di 5 anni.

La definizione di imballaggio ai fini dell’applicazione del contributo Conai

Abbiamo detto come il contributo sia dovuto in caso di import o uso di imballi o imballaggi.

Ma cosa è un imballaggio?

Abbiamo una definizione normativa che viene dalla legge e dalla direttiva U.E. e le risultanze della prassi.

Conai mette a disposizione delle guide indicando gli elenchi dei prodotti considerati imballaggi, che riportiamo a fine pagina visto che si tratta di centinaia di categorie di merci e prodotti.

A volte però l’imprenditore ritiene che il proprio prodotto non debba essere soggetto al contributo, non avendo natura di imballaggio.

Questo è il caso della CAPP Plast, società che ha ottenuto sentenze che affermano che i suoi prodotti ovvero dei grandi contenitori in polietilene, detti “bins”, non vanno a rientrare nella sfera degli “imballaggi”, e vanno quindi assoggettati al Contributo Polieco e non ad altre tipologie di contribuzione.

Anche qui la giurisprudenza non è univoca e soprattutto è in continuo aggiornamento.

Come si svolgono le cause contro Conai

Se non hai pagato il Conai o comunque Conai ritiene che tu non abbia pagato abbastanza, la procedura in Tribunale a Roma si può svolgere in due modi.

Spesso è competente il Tribunale di Roma in quanto luogo in cui CONAI ha sede e a tale competenza territoriale l’aderente ha prestato accettazione all’adesione al consorzio.

Conai potrebbe agire nei tuoi confronti con decreto ingiuntivo, in questo caso hai 40 giorni dal momento della notifica per presentare opposizione ed instaurare una causa contro Conai per affermare che nulla è dovuto.

In altri casi Conai potrebbe agire contro di te con un atto di citazione, in questo caso sta a te difenderti in quella causa rivolgendoti ad un avvocato affinché si costituisca in Tribunale entro 20 giorni dalla prima udienza di comparizione.

Se anche tu hai una controversia con Conai e cerchi un avvocato o uno studio legale a Roma, sentiti libero di contattarci per esporci il tuo caso.

____________

AVVOCATO CAUSA CONTRIBUTO CONAI ROMA

L’elenco dei prodotti considerati imballaggi secondo Conai

Appendini Personalizzati e non – per scarpe, foulard, sciarpe, calzini, cravatte o borse. Appendini in “filo di ferro” e relativi accessori Generalmente usati dalle lavanderie/stirerie. Per decorrenza obbligo contributivo e dettagli, vedi circolare Conai del 12 dicembre 2016.

Articoli per confezionamento camicie e similari Es.: girocolli, farfalline, clips, spilli, pettorali, carta velina, ecc. Per decorrenza obbligo contributivo e dettagli, vedi circolare Conai del 30 giugno 2015. Bancali – pallets – palette Vedi procedure agevolate di applicazione/dichiarazione del Contributo ambientale Conai sui pallets in legno, riservate a particolari casistiche (Capitolo 8, Guida Conai e circolari Conai del 5 aprile e 2 luglio 2012). Barattoli – vasetti, Barilotti “sorpresa” Bussolotti per ovetti di cioccolato ed altri contenitori aventi la stessa funzione. Bastoncino per caramelle tipo “lollipop” Big bags – sacconi, Bobine in legno per cavi elettrici Boccioni per acqua  Bombole aerosol Borse carrello per supermercato Si tratta di una particolare tipologia di imballaggio esclusa dal Contributo ambientale Conai.

BORSE E BUSTE

Borse per piumoni, borsette per plaid e trapuntini e buste per tappeti, tovaglie, lenzuola Borse riutilizzabili (cabas) Si tratta di una particolare tipologia di imballaggio esclusa dal Contributo ambientale Conai. Borsette porta oggetti A meno che non siano destinate a contenere il prodotto/merce per tutto il ciclo di vita dello stesso. Bottiglie Vedi procedura agevolata di applicazione/dichiarazione del Contributo ambientale Conai sulle bottiglie in vetro , riservata a particolari casistiche (Capitolo 8, Guida Conai e circolari Conai del 5 aprile e 2 luglio 2012). Bottiglie di profumi Bottiglie di vetro per soluzioni iniettabili Vedi procedura di esenzione dal Contributo, riservata a particolari casistiche (Modulo 6.13 e relative istruzioni, Guida Conai). Buste a sacco per l’invio di cataloghi e riviste (contenenti riviste)   Buste porta medaglie/monete A meno che non siano destinate a contenere il prodotto/merce per tutto il ciclo di vita dello stesso. Capsule per sistemi erogatori di bevande (caffè, cioccolata e latte) che sono..lasciate vuote dopo l’uso e capsule per sistemi erogatori di bevande progettate per essere svuotate manualmente dal consumatore. Per quest’ultima tipologia vedi capitolo 8, Guida Conai e circolare Conai del 7 ottobre 2014.

CONTENITORI

Carta da imballo per uso non domestico Casse – cassette – cassoni/bins – gabbie Vedi procedura agevolata di applicazione/dichiarazione del Contributo ambientale Conai sulle casse, riservata a particolari casistiche (Capitolo 8, Guida Conai e circolari Conai del 5 aprile e 2 luglio 2012). Cestelli portabottiglie Vedi procedure agevolate di applicazione/dichiarazione del Contributo ambientale Conai sui cestelli in plastica, riservate a particolari casistiche (Capitolo 8, Guida Conai e circolari Conai del 5 aprile e 2 luglio 2012). Cisternette multimateriali Per le cisternette multimateriali rigenerate vedi procedura semplificata di applicazione/dichiarazione del Contributo ambientale Conai (Capitolo 8, Guida Conai). Conchiglia-contenitore di deodoranti per lavastoviglie e altri articoli similari Per decorrenza obbligo contributivo e dettagli, vedi circolare Conai del 29 giugno 2015. Contagocce Vedi procedura di esenzione dal Contributo, riservata a particolari casistiche (Modulo 6.13 e relative istruzioni, Guida Conai).  Contenitore ceretta depilatoria, Contenitori “General Line” Latte cilindriche e rettangolari, secchielli tronco-conici e cilindrici, bidoni, fustini, ecc. Contenitori “Open top” Scatole/Barattoli. Copertura pallets Es: rete, cappucci, film in foglia, ecc. Copriabiti in tessuto/non tessuto Dischi di carta per fondi di padelle/tegami Dispositivo di dosaggio che fa parte del tappo della confezione per i detersivi Erogatori Vedi particolare procedura di dichiarazione del Contributo ambientale Conai sugli erogatori (Capitolo 8, Guida Conai).  Espositori di merci Per decorrenza obbligo contributivo e dettagli, vedi circolare Conai del 3 dicembre 2015. Etichette Vedi procedura specifica di forfetizzazione del Contributo ambientale Conai sulle etichette (Modu- lo 6.14 e relative istruzioni, Guida Conai). Fasce di cartoncino per manici di padelle/tegami Fascette ad uso imballaggio Fiale Vedi procedura di esenzione dal Contributo, riservata a particolari casistiche (Modulo 6.13 e relative istruzioni, Guida Conai). Film (estrusione in piano o in bolla – tubolare) monostrato/multistrato Es. per confezionamento automatico.  Film estensibile/termoretraibile per pallettizzazione e altri usi Film protettivi – pellicole rimovibili Flaconi per detergenza Fusti Per i fusti in plastica o in acciaio rigenerati vedi procedura semplificata di applicazione/dichiarazi- one del contributo ambientale Conai (Capitolo 8, Guida Conai). Graffette – Punti metallici, quando integrati nell’imballaggio Grucce per indumenti (vendute con un indumento) Per decorrenza obbligo contributivo e dettagli, vedi circolare Conai del 7ottobre 2013.

INVOLUCRI E PELLICOLE

Imballaggi di protezione Es. profili, angolari e simili. Interfalde Involucro che ricopre la custodia di CD, videocassette, cassette Lattine per bevande Macinini meccanici (Integrati in recipienti non ricaricabili, riempiti con un prodotto, ad es. macinapepe contenente pepe). Nastro adesivo – carta gommata per uso imballo Vedi procedura specifica di dichiarazione del contributo ambientale, da applicare sul 50% del peso (Capitolo 8, Guida Conai). Octabin  Pacchetti di sigarette Pellicola di plastica per gli indumenti lavati nelle lavanderie  Pellicole di plastica trasparente destinate ad essere riempite nel punto vendita  Pellicole di supporto di etichette autoadesive Si tratta di una particolare tipologia di “imballaggio” esclusa dal Contributo ambientale Conai. Pizzi per torte venduti con le torte Pluribolle e simili Preforme Profumatori  d’ambiente non ricaricabili Per decorrenza obbligo contributivo e dettagli, vedi circolare Conai del 29 giugno 2015. Recipienti per gas di vario tipo ricaricabili Si tratta di una particolare tipologia di imballaggio esclusa dal campo di applicazione del Contribu- to ambientale Conai (Capitolo 8, Guida Conai e circolare Conai del 22 dicembre 2014). Reggette Retine per prodotti ortofrutticoli    Rotoli di foglio di alluminio (astucciati e non) utilizzati per uso professionale (non domestico) Vedi lista n° 2 degli articoli di “non imballaggio”, per confezioni ad uso domestico.   Rotoli, tubi e cilindri sui quali è avvolto materiale flessibile (come ad esempio pellicola, fogli di alluminio, carta). eccetto i rotoli, i tubi e i cilindri che sono parti di macchinari di produzione e non sono utilizzati per presentare un prodotto come un’unità di vendita. Per decorrenza obbligo contributivo e dettagli, vedi circolare Conai del 27 giugno 2013.  Sacchetti isotermici per surgelati Sacchetti per panini    Sacchi – sacconi gonfiabili –“Air bag” Sacchi in genere (a valvola, a bocca aperta, ecc.) Scatolame Scatole di fiammiferi Scatole e scatoloni  Scatole per dolci e caramelle Secchi Seminiere Shoppers (sacchetti per la spesa) – buste Sistemi di barriera sterili (Involucri, vassoi e materiali necessari per preservare la sterilità del prodotto) Vedi procedura di esenzione dal Contributo, riservata a particolari casistiche (Modulo 6.12 e relative istruzioni, Guida Conai). Sleeves Spazzolino del mascara che fa parte del tappo della confezione Spine di contenimento per CD spindle (vendute con i CD, non destinate ad essere usate per riporli).  Stecchini/bastoncini per gelato  Stoviglie monouso in plastica (piatti e bicchieri) in confezioni da adibire ad uso professionale (non domestico) Stoviglie monouso in plastica (piatti e bicchieri) in confezioni da adibire ad uso professionale (non domestico). Vedi lista n° 2 degli articoli di “non imballaggio”, per confezioni ad uso domestico. Taniche Tappi, turaccioli, coperchi e chiusure varie Per i tappi in sughero, vedi procedura specifica di forfetizzazione del contributo ambientale sugli imballaggi in sughero (Modulo 6.17 e relative istruzioni, Guida Conai). Trousse/portacipria/supporto per rossetti Tubetti per creme Vaschette/vassoi ad uso imballaggio (non domestico) Vasi da fiori

2 commenti su “Le liti tra imprese e CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi”

  1. Salve,
    il conai si rivolge con lettere raccomandate direttamente ai miei clienti per avere le mie fatture, e questo comporta un danno nei rapporti con questi.
    Io ritengo non dovuto il contributo conai, mi posso aspettare che conai mi faccia causa per queste somme?

    1. Avv. Marcello Padovani

      Egregio sig. Silvio,
      rientra tra le facoltà statutarie del Conai rivolgersi ai suoi clienti per verificare la corretta applicazione del contributo conai in fattura.
      Per dirle se il contributo conai è da lei dovuto abbiamo bisogno di informazioni ulteriori.
      Per qualsiasi chiarimento ci contatti privatamente ai seguenti recapiti.
      Avv. Marcello Padovani
      viale Liegi n. 1
      00198 – Roma
      Email marcellopadovani@avvocatocivilistaroma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Apri chat whatsapp
Apri una chat whatsapp
Apri una chat whatsapp