Integrale rimborso dei Buoni fruttiferi postali successivi al 13/6/1986

Poste Italiane non ti rimborsa il valore integrale del tuo buono fruttifero?

Se il tuo buono fruttifero postale è stato emesso in data successiva al 13 giugno 1986, Poste deve rimborsare l’intero importo riportato nella tabella dietro il buono.

Come noto i buoni fruttiferi postali emessi da Cassa Depositi e prestiti e distribuiti da Poste Italiane negli anni 80 recavano rendimenti molto elevati, corretti retroattivamente dai decreti ministeriali che ne correggevano i tassi al variare dell’inflazione.

Nel periodo successivo al decreto ministeriale del 13/6/86, tuttavia, Poste ha continuato ad emettere dei buoni che hanno generato confusione nei possessori, in particolare con riferimento al rendimento tra il 21 esimo ed il 30 esimo anno.

Per via di questa situazione, oggi risulta che se il buono fruttifero postale è stato emesso in data successiva al 13 giugno 1986, Poste deve rimborsare l’intero importo riportato nella tabella dietro il buono.

In questo senso è ormai l’orientamento dell’Arbitro Bancario Finanziario, il quale da ultimo ha avuto modo di affermare che “Il Collegio richiama il proprio orientamento secondo il quale il regime normativo di rimborso è destinato a prevalere sulla difforme indicazione cartolare soltanto se introdotto successivamente all’emissione del titolo.

Come anche di recente ricordato, infatti, “qualora il decreto ministeriale modificativo dei tassi sia antecedente alla data di emissione del buono fruttifero, si ritiene che possa essersi ingenerato un legittimo affidamento del cliente sulla validità dei tassi di interesse riportati sul titolo e che tale affidamento, come affermato nella sentenza della Corte di Cassazione n. 13979 del 15.6.2007, debba essere tutelato.

In tal caso, alla parte ricorrente dovranno essere applicate le condizioni riprodotte sul titolo stesso” (cfr., da ultimo, Coll. di Roma, dec. n. 8814/17). Nel caso di specie il buono è stato emesso il 28 agosto 1986, in data successiva, quindi, all’adozione del decreto ministeriale n. 148 del 13 giugno 1986. Pertanto, si può inferire che si sia ingenerato nel cliente un legittimo affidamento sulla validità dei tassi di interesse riportati sul titolo”.

Se sei in possesso di buoni fruttiferi postali emessi successivamente al 13 giugno 1986 e Poste non ti vuole rimborsare l’intero importo indicato sul retro del buono contattaci per una consulenza senza impegno, diretta a conteggiare l’importo che ti è effettivamente dovuto.

Rispondi

Prenota un appuntamentoConsulenza gratuita


×

Hello!

Click one of our representatives below to chat on WhatsApp or send us an email to [email protected]

× Apri una chat WhatsApp
Torna su