avvocato diritto del lavoro a roma

Ottieni dall’INPS l’anzianità anche per i periodi non lavorati – il part-time ciclico

Ottieni dall’INPS l’anzianità anche per i periodi non lavorati – il part-time ciclico. L’avvocato a Roma per le pratiche di diritto previdenziale e per la causa all’INPS.

Hai lavorato per anni in part time verticale ciclico?

Ti domandi quando matura il diritto alla pensione se hai lavorato per alcuni mesi l’anno, magari quelli estivi, nei settori della ristorazione, del turismo, degli hotel, del settore balneare?

Hai lavorato pochi mesi l’anno in part time verticale, di quanta anzianità occorre tenere conto per raggiungere la pensione INPS?

Cerchi uno studio legale, anche a Roma, per la tua causa contro l’INPS?  Se cerchi risposta a queste domande, forse in questo articolo troverai parte della risposta.

Perchè l’INPS non riconosce i contributi per il part-time ciclico verticale?

Per anni l’INPS non ha riconosciuto gli anni di anzianità maturata per i lavoratori che come te hanno svolto alcuni mesi di lavoro ogni anno.

Questo perchè i contributi versati non sarebbero stati sufficienti secondo le regole previste dall’INPS stessa.

Perchè l’INPS deve riconoscere la contribuzione anche in questo caso?

La situazione è oggi cambiata, in quanto:

  1. la Corte di Giustizia dell’Unione Europea;
  2. Corte di Cassazione, con diverse sentenze;
  3. Corte d’Appello ed il Tribunale di Roma;
  4. Molti altri Tribunali italiani;

hanno tutti affermato il principio secondo cui

ai fini della determinazione del trattamento di pensione l’anzianità contributiva inerente ai periodi di lavoro a tempo parziale va calcolata proporzionalmente all’orario effettivamente svolto…. [e pertanto] l’ammontare dei contributi versati deve essere riproporzionato sull’intero anno in cui i contributi stessi ed il rapporto si riferiscono, non potendosi quindi escludere dal calcolo dell’anzianità utile per acquisire il diritto alla pensione, nei confronti dei lavoratori con rapporto a tempo parziale cd. verticale ciclico, i periodi non lavorati nell’ambito del programma negoziale lavorativo concordato con il datore di lavoro“.

Come deve essere calcolata la tua contribuzione se hai lavorato in part-time ciclico verticale?

Qualora, quindi, hai lavorato con un part-time ciclico, l’INPS deve riconoscere che i contributi da te versati siano “spalmati” sui 12 mesi, il che comporterà che gli stessi diano una pensione più bassa, a aiutino ad aumentare l’anzianità e dunque ad andare prima in pensione.

Un altro modo per aumentare la tua anzianità contributiva potrebbe essere quello della ricongiunzione, se ti interessa ne parliamo qui. Se invece hai un problema di debiti INPS e vuoi ottenere la prescrizione, leggi qui.

Aumentale l’anzianità, propria o dei propri collaboratori, potrebbe essere il modo per avvicinarsi al pensionamento e ridurre gli effetti negativi della crisi da COVID19, evitando o riducendo la necessità di licenziamenti, disoccupazione, naspi, cassa integrazione.

Se anche tu hai lavorato in part time verticale ciclico e cerchi un avvocato o uno studio legale per la tua causa contro l’INPS, contattaci per una prima consulenza senza impegno.


Hai avuto un'esperienza simile? Scrivici.

Possiamo aiutarti.

Se cerchi uno studio legale esperto e affidabile che si occupi del tuo caso, contattaci per una prima consulenza senza impegno. Per agevolare le pratiche cerca di inviare tutta la documentazione necessaria.





    2 commenti su “Ottieni dall’INPS l’anzianità anche per i periodi non lavorati – il part-time ciclico”

    1. Pingback: Ammessa la ricongiunzione tra Gestione separata INPS e Casse private | Avvocato Civilista Roma

    2. Pingback: Contributi INPS figurativi e virtuali | Avvocato Civilista Roma

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Prenota un appuntamentoConsulenza gratuita


      Torna su
      Apri chat whatsapp
      Apri una chat whatsapp
      Apri una chat whatsapp