Il diritto all’oblio e alla cancellazione delle proprie informazioni dal web

Sono passati molti anni da un evento che ti riguarda e che ha suscitato clamore?

Continui a trovare su internet il tuo nome associato ad un particolare evento?

Se anche tu, cercando il tuo nome su internet, ti sei imbattuto in un link (di Google(T) o di un giornale) vecchio e che non interessa più a nessuno, potresti avere diritto all’oblio ed alla riservatezza delle informazioni che ti riguardano.

Ed infatti, le questioni il diritto alla libertà d’informazione ed alla cronaca, deve essere contemperato con il diritto di ogni persona a “far dimenticare” i fatti che la riguardano:

  • dopo il decorso di un lungo lasso di tempo;
  • quando non siano più di interesse o utilità della collettività;
  • quando la persona (come te) non abbia un ruolo pubblico o non sia “famosa”.

Questo in attuazione del diritto, di ogni persona, a rifarsi un’immagine pubblica (o una vita) decorso un lungo tempo da una vicenda che lo ha riguardato.

Se anche tu ti trovi in una situazione simile, puoi:

  1. rivolgerti a Google(T) per eliminare il link per te pregiudizievole, con la procedura che trovi a questo link;
  2. rivolgerti alla fonte della notizia, quale il quotidiano o il sito che ha divulgato la notizia;
  3. rivolgerti al Garante delle Privacy;
  4. in caso di esito negativo delle attività sopra descritte, fare causa in Tribunale per ottenere la garanzia del tuo diritto all’oblio.

Se quindi ritieni di far valere il tuo diritto all’oblio o alla privacy, contattaci per una prima consulenza senza impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Apri chat whatsapp
Apri una chat whatsapp
Apri una chat whatsapp