Le Banche devono restituire gli interessi pagati sui finanziamenti auto

Hai stipulato un finanziamento per l’acquisto della tua auto tra il 2003 ed il 2017?

Hai diritto ad un risarcimento del danno pari agli interessi pagati sul finanziamento stesso.

Ciò in quanto l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il 20 dicembre 2018, ha sanzionato i costruttori di auto e le rispettive banche per aver messo in atto un cartello, ovvero una intesa restrittiva della concorrenza diretta ad alterare il funzionamento della concorrenza e così facendo ad alterare i prezzi a danno degli utenti.

Responsabili dell’intesa sono state le società Banca PSA Italia S.p.A., Banque PSA Finance S.A., Santander Consumer Bank S.p.A., BMW Bank GmbH, BMW AG, Daimler AG, Merceds Benz Financial Services Italia S.p.A., FCA Bank S.p.A., FCA Italy S.p.A., CA Consumer Finance S.A., FCE Bank Plc., Ford Motor Company, General Motor Financial Italia S.p.A., General Motors Company, RCI Banque S.A., Renault S.A., Toyota Financial Services Plc., Toyota Motor Corporation, Volkswagen Bank GmbH, Volkswagen AG.

In considerazione della gravità e della durata dell’infrazione, l’Autorità ha imposto sanzioni per 678 milioni di euro.

Secondo la legge, in caso di intesa restrittiva della concorrenza, i contratti stipulati tra le imprese parte del cartello e gli utenti finali sono nulli, con i conseguenti obblighi restitutori: nel caso che ci interessa la nullità non può che colpire gli interessi pagati e da pagare in esecuzione del contratti di finanziamento stipulato per l’acquisto dell’auto (secondo il medesimo meccanismo di cui già ci siamo occupati con riferimento alle fideiussioni stipulate sul modello ABI).

Se hai stipulato un contratto di finanziamento per l’acquisto della tua auto, contattaci per valutare l’opportunità di domandare alla banca la restituzione degli interessi pagati.

Rispondi

Prenota un appuntamentoConsulenza gratuita


× Apri una chat WhatsApp
Torna su