Buoni Fruttiferi Postali rendimento prescrizione avvocato

I buoni fruttiferi postali a 18 mesi prescritti – come chiedere il risarcimento del danno

I buoni fruttiferi postali a 18 mesi sono prescritti?

Se ti stai domandando come ottenere il rimborso dei tuoi buoni fruttiferi a “diciottomesi” sei nel posto giusto per capire come fare.

Qualora invece tu abbia un altro problema nel rimborso del valore integrale dei buoni fruttiferi, visita la nostra guida (crediamo sia la più completa su internet).

Come sono fatti i buoni postali a 18 mesi?

I buoni postali a 18 mesi hanno l’aspetto grafico che segue.

buoni postali 18 mesi prescritti
buoni postali 18 mesi prescritti

Quali sono i buoni postali a 18 mesi?

I buoni postali a diciotto mesi sono stati emessi da Poste tra il 2005 ed il 2015.

Le serie hanno assunto molteplici nomi, e tra questi i più comuni sono i codici: 18A, 18B, 18C, 18D, 18E… 18M, 18N, 18O, 18P… 18Z, 1A8, 1B8, 1C8 ….1Z8 … D01, D02 … fino a D19, D20 fino a D36

La situazione dei buoni a diciotto mesi secondo Poste Italiane

Per Poste i buoni fruttiferi a 18 mesi si prescrivono dopo 10 anni dalla data in cui finisce il rendimento.

Se il buono è emesso il 1/1/2006, questo ha avuto rendimento fino al 1/7/2007 e quindi avrebbe potuto essere richiesto in pagamento dal cliente fino al 30/6/2017.

Dal 1/7/2017 questo buono a diciotto mesi è andato il prescrizione.

Secondo Poste è irrilevante il fatto che l’Ufficio Postale non ha consegnato al sottoscrittore il foglio informativo analitico (nonostante questo adempimento informativo fosse previsto dalla legge).

Dal punto di vista di Poste, quindi, i sottoscrittore del buono non può lamentare nulla e ha perso il capitale e gli interessi.

La più recente decisione in materia di buoni a 18 mesi prescritti

Alcune decisioni dell’ABF riaprono una possibilità per i risparmiatori di ottenere un risarcimento del danno per i buoni a diciotto mesi.

Se i buoni a 18 mesi sono precedenti al 1/8/2020, uno spiraglio per ottenere il risarcimento potrebbe venire da alcune recenti decisioni dell’ABF di Roma, il quale ha previsto il rimborso al cliente del solo capitale (senza gli interessi).

L’obbligo di risarcimento da parte di Poste sarebbe la conseguenza dell’omessa consegna del foglio informativo analitico e quindi della carente informazione del cliente.

L’ABF ha affermato quindi che:

In assenza di tale foglio informativo, il risparmiatore non ha la possibilità di conoscere la durata del BFP e, quindi, il momento in cui inizia a decorrere il periodo di prescrizione.

I BFP oggetto della controversia indicano infatti soltanto il numero progressivo la serie di emissione (“18O”), senza offrire elementi per stabilire la data di scadenza e, conseguentemente, l’inizio del termine di prescrizione.

Del resto, lo stesso intermediario in sede di controdeduzioni afferma che “a decorrere dalla data di introduzione della richiamata normativa, rendimenti e condizioni dei Buoni Fruttiferi Postali non devono più essere riportati sugli stessi, bensì nei fogli informativi vigenti all’atto dell’emissione” ….

La ricorrente ha quindi diritto al rimborso di € 1.000,00.

L’importo rimborsato alla ricorrente pari ad € 1.000,00 era pari al valore di acquisto del buono a 18 mesi, senza gli interessi.

L’emergenza COVID19 e il termine di prescrizione dei buoni a 18 mesi

Tra le tante norme emanate durante l’emergenza Corona Virus, una di assoluto rilievo riguarda i buoni fruttiferi postali.
E difatti il termine di prescrizione dei buoni è prorogato di alcuni mesi se scade nel 2020 o nel 2021.

In conseguenza di quando detto, per i buoni a diciotto mesi si potrebbe chiedere di avvalersi di tale proroga qualora i buoni siano emessi dopo la data del 1/8/2008.

E’ proprio Poste a confermarci che la sospensione della prescrizione legata all’emergenza Covid19 si applica in parallelo ai periodi in cui vale lo “Stato d’emergenza” come nella comunicazione di cui si allega un breve estratto.

buoni postali prescrizione 2020 2021
buoni postali prescrizione 2020 2021

 

 

 

 

 

 

(Questo aggiornamento al Post è aggiornato al 22/7/2021, sulla base della normativa vigente).

 

 Come fare ad ottenere il pagamento dei buoni prescritti?

Sarà necessario inviare un reclamo e poi, dopo 60 giorni ricorrere all’ABF – Arbitro Bancario Finanziario della Banca d’Italia, il quale ha già affrontato molte problematiche simili spesso risolvendo i contenziosi in favore dei consumatori.

Se hai dei buoni fruttiferi prescritti contattaci per una prima consulenza senza impegno, inviando copia fronte retro dei buoni per email o whatsapp: ti indicheremo se possiamo aiutarti o meno (senza vedere i buoni non possiamo dare informazioni).

Seguici su Facebook per restare aggiornato sui buoni fruttiferi postali

9 commenti su “I buoni fruttiferi postali a 18 mesi prescritti – come chiedere il risarcimento del danno”

  1. Gentile avvocato,
    come funziona la sospensione covid per i buoni fruttiferi postali prescritti a 18 mesi. Il mio ufficio postale prima mi dice che sono prescritti poi che forse pagano e aspettano conferma dagli uffici centrali a roma. Non so più cosa credere? E’ opportuno mandare un reclamo per fermare il decorrere della scadenza prescrizione? grazie e cordiali saluti

    1. Avv. Marcello Padovani

      Gentile sig.ra, se Poste paga i suoi buoni non ha di che preoccuparsi, ed è giusto che lei conceda qualche giorno all’ufficio postale per gli adempimenti del caso. Qualora Poste dovesse negare il rimborso allora ci contatti inviandoci copia fronte retro dei buoni per le valutazioni del caso.

      1. Avv. Marcello Padovani

        Salve,
        ci invii cortesemente copia fronte retro dei suoi buoni fruttiferi postali e le indicheremo se la possiamo aiutare e come. Cordiali saluti
        Avv. Marcello Padovani

          1. Avv. Marcello Padovani

            Salve,
            ci invii cortesemente copia fronte retro dei suoi buoni fruttiferi postali e le indicheremo se la possiamo aiutare e come. Cordiali saluti
            Avv. Marcello Padovani

  2. HO DEI BUONI POSTALI CHE RISULTANO SCADUTI IL 31.8.2019 MA DA COME SI EVINCE DAGLI STESSI NULLA E’ RIPORTATO SU ESSI RIGUARDO LA DURATA E LA SCADENZA DEGLI STESSI, NE’ FUI INFORMATO SULLA LORO EFFETTIVA DURATA (18 MESI !!) CHE MI AVREBBE DISTOLTO DAL FARLI. CHE POSSIBILITA’ HO DI POTER RIENTRARE ALMENO NELLA SOMMA INVESTITA (CIRCA 5000) EURO? GRAZIE
    RESTO IN ATTESA DI UN VOSTRO CONSIGLIO IN MERITO

    1. Avv. Marcello Padovani

      Salve,
      ci invii cortesemente copia fronte retro dei suoi buoni fruttiferi postali e le indicheremo se la possiamo aiutare e come. Cordiali saluti
      Avv. Marcello Padovani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Apri chat whatsapp
Apri una chat whatsapp
Apri una chat whatsapp